Riccioli di Tagliatelle con Tonno e Pomodoro

Pin It

Ecco qua la mia ricettina per l’MTChallenge di Gennaio…stavolta mi sono ridotta proprio all’ultimo!!! :)

MT Challenge di Gennaio: le tagliatelle

Ma ieri, approfittando del mio giorno libero e della casa tutta per me, mi sono coccolata con questo primo piatto :)

Non appena ho visto il tema, questo mese, ho esultato..mi piace tantissimo stare con le mani in pasta!! E poi, diciamocelo, è così buona la pasta all’uovo che il tempo che ci mettiamo a prepararla (poco a dire il vero) è davvero ben speso!

Una piccola parentesi…sinceramente non capisco le persone che dicono di non aver tempo per cucinare…forse non ne hanno voglia o comunque non gli sembra tempo ben speso..questo magari posso capirlo..non lo condivido ma lo capisco.

Ogni volta che sento dire “figurati, la pasta fatta in casa..e chi ha tempo?!?!?” mi vengono in mente le parole di mio zio G. nato e cresciuto nelle Marche, in una famiglia contadina (così come mia mamma)..che mi ha raccontato più di una volta che sua mamma tornava a casa dai campi un’oretta prima degli altri e si metteva al tavolo a fare la sfoglia, tutti i giorni..ed erano una famiglia bella numerosa! Questo per dire che forse il tempo si trova, se si vuole :)

Dal canto mio cerco di farla almeno una volta al mese (QUI trovate il modo in cui mi ha insegnato a farla mia mamma), mi diverte mettermi alla spianatoia ad impastare, mi rilassa molto, generalmente poi la stendo con la macchina per la pasta, visto che non sono una brava “sfoglina” anche se mia mamma lo è, non ho preso da lei! :D

E poi mi torna alla mente quando la pasta la faceva mamma la domenica mattina: sul fornello c’era il sugo di carne che bolliva piano e profumava la casa e lei al tavolo di cucina impastava le tagliatelle..e doveva tirarle rigorosamente a mano, perché babbo le adorava in quel modo e, se lei le faceva con la macchinetta, senza dirgli nulla, venivano lisce lisce a tal punto che a metà del primo boccone il Caballero esclamava: “pensavi di fregarmi, eh, Profili! Queste non le hai stese con il maccheronaio!” :-)

E poi le metteva a “riposare” su una vecchia tovaglia bianca sul letto..

Giusto qualche piccola spiegazioncina: il Caballero era il mio babbino, era il suo soprannome da quand’era ragazzo..Profili è il cognome di mia mamma ed il modo in cui il Caba la chiamava in casa :D e..il maccheronaio per noi in casa è il mattarello.. :D

Insomma l’idea di fare la pasta in casa porta con sé tanti bei ricordi per me ;)

Ma torniamo al presente :) e alla ricetta per la sfida di questo mese..la vincitrice dell’ultimo MTChallenge, Ale, ci ha dato tutte le dritte per fare le tagliatelle e vi rimando al SUO POST, estremamente dettagliato e con tante foto utilissime! ;)

Vi riporto comunque il tutto qui, in blu, con le mie modifiche in rosso tra parentesi:

Ingredienti per 3 persone: (io ero sola..ho ridotto le dosi! ;) )
  • 220 gr. di farina 0 (per me circa 100 g di farina..infatti mi sono venuti due piatti belli abbondanti :D )
  • 2 uova (1)

Setacciare la farina per darle aria, formare la fontana e mettere al centro le uova, batterle con una forchetta, iniziando ad amalgamare poca farina per volta per addensarle, evitando che, rompendo l’anello, scappino fuori… Coprire le uova con la restante farina e, aiutandovi con una spatola che va inserita sotto il composto, cercate di ammassarlo. Mettete in una ciotola e coprire (per evitare la formazione della crosta che comprometterebbe il risultato finale). Lavatevi le mani per eliminare i residui di pasta che si sono seccati, e che potrebbero provocare forellini nella sfoglia, e pulite anche la spianatoia. Riprendete l’impasto e lavoratelo, facendolo rotolare velocemente premendolo verso l’esterno, (non schiacciatelo mai verso il basso), fino ad ottenere un composto liscio al tatto. Non lavoratelo troppo a lungo se vi piace la sfoglia un pò ruvida….  Durante la lavorazione, dovete fare attenzione a tenere il centro (la parte con le pieghe) sempre coperto, altrimenti rischiate di trovari con un buco e una ciambella. Raccogliete le pieghe al centro e premete. Rimettete l’impasto nella ciotola con la parte delle pieghe verso il basso, coprite e lasciate riposare almeno 20-30 minuti. Questo passaggio è necessario per far rilassare il glutine che si sarà formato durante la lavorazione, e che rende l’impasto elastico. Così sarà molto più semplice stendere la sfoglia con il matterello!

Munitevi di matterello e tiriamo la sfoglia. Mai usato il matterello?  Ecco le regole da rispettare … non tenere mai le mani parallele al tavolo, perchè schiacciereste solo la sfoglia senza tirarla, anzi, potrebbe attaccarsi alla spianatoia. Tenete i polsi rasenti al piano, e spingete il matterello verso l’esterno con le mani, dai polsi alle punte delle dita. Questo è il movimento corretto, che farà estendere la vostra sfoglia, inoltre lavorerete su una superficie più ampia.

Riprendete l’impasto dalla ciotola e mettetelo sul tagliere con la parte delle pieghe verso il basso, e cominciate a stendere con il movimento verso l’esterno, ruotando ogni volta la sfoglia di pochi gradi, finchè l’impasto non sarà abbastanza grande da tenerne la metà fuori dal tagliere. D’ora in poi, sposterete la sfoglia arrotolandola sul matterello. La prima parte da assotigliare è il centro, quindi arrotolate la sfoglia sul matterello, e premendo muovetelo avanti e indietro, ripetendo il movimento almeno tre volte. Sollevatela, giratela, srotolatela e cercate di recuperare uno spessore omogeneo. Osservate la sfoglia, si muove verso l’esterno? Bene, state lavorando correttamente! Se invece il cerchio non si allarga, c’è qualcosa che non va… o la sfoglia si è attaccata al tagliere e non si allarga, o il movimento con il matterello lo state facendo verso il basso e non verso l’esterno! Potrete rimediare staccando l’impasto dal tagliere nel primo caso, o correggendo il movimento nel secondo, ma non perdetevi d’animo! Quando avrete raggiunto lo spessore desiderato, che di solito è piuttosto sottile (ma seguite il vostro gusto) fermatevi, e lasciate la sfoglia stesa sul tagliere ad asciugare, fino a quando piegandola e premendola, riuscirete a tagliarla con un dito come si farebbe con un tagliacarte.

A questo punto arrotolate la sfoglia, e con un coltello possibilmente a lama alta e quadrata (la “coltellina”, come la chiamano in Emilia), che va tenuta con indice e pollice, tagliate la sfoglia, senza schiacciarla, ad una larghezza di 6-7 mm circa. Allargate le tagliatelle sul tagliere per non farle attaccare, e solo quando si saranno asciugate un pò, formate dei nidi arrotolandole su se stesse. Fatele seccare su un canovaccio o sull’apposito telaio.

Cuocere in abbondante acqua bollente salata e scolare.

Inutile dirvi che, come facevo anche da bambina, appena le ho messe a seccare…ne ho assaggiate un paio :) ma quant’è buona la pasta cruda?!?!? :D

Ma anche cotta…e poi con questo sughino al tonno!!! :)

[ENGLISH VERSION BELOW]

ingredienti per il condimento:

  • 1 pomodoro maturo tagliato a dadini
  • 1 scatoletta di tonno all’olio d’oliva, ben sgocciolato (circa 90 g)
  • 2 o 3 cucchiai abbondanti di Bruschetta al Ciliegino e Olive Agromonte
  • olio extravergine d’oliva
  • 1 spicchio d’aglio in camicia
  • peperoncino
  • sale
  • prezzemolo

Far rosolare in una padella uno spicchio d’aglio in camicia con un filo d’olio e un pizzico di peperoncino macinato. Quando l’olio si sarà ben insaporito, eliminare l’aglio ed aggiungere i dadini di pomodoro, il tonno sbriciolato e la bruschetta ciliegino e olive (oppure delle olive verdi tritate finemente). Girando di tanto in tanto far cuocere per 5/10 minuti. Tenere in caldo fino al momento di scolare la pasta. Saltare le tagliatelle in padella per qualche minuto per farle insaporire bene, aggiungere il prezzemolo tritato e servire :)

ed ora un po’ di foto… :D siate clementi!!!

Visto che nel mio piatto ho usato i pomodori freschi (lo so che non è stagione….ma io mangerei pomodori a tutte le ore…quindi perdonatemi! :D), ho pensato anche di aggiungere una piccola guarnizione che è stata poi salata e “spolverata” una volta finita la pasta ;)

Ho preso spunto dal blog di Rita, A Mouse on the Table, da una caprese meravigliosa che ha realizzato lei..questa ragazza è un vero portento…la adoro!!!

ed ecco il piatto finito:

ENGLISH VERSION

ingredients for 2 people:

  • 200 g of hand made “tagliatelle”
  • 1 tomato cut in small cubes
  • 90 g of tuna
  • 10 green olives cut in small pieces
  • olive oil
  • 1 clove of garlic not peeled
  • hot pepper
  • salt
  • parsley

Heat a little of oil in a pan with the garlic and hot pepper. When the oil is flavored, remove the garlic and add tomato, tuna and olives. Mix them and cook for about 5/10 minutes. Boil the “tagliatelle” in salted water and then dress them with the tuna-sauce, add a little of chopped parsley and serve

ciao ciao, alla prossima!!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Print Friendly
Pin It

13 thoughts on “Riccioli di Tagliatelle con Tonno e Pomodoro

  1. il tuo post mi ha commosso e divertito Milena! l’ho letto con grande piacere ed ho apprezzato il prodotto che hai ottenuto! Grazie per aver condiviso i tuoi ricordi con noi. Un abbraccio e buona giornata
    Dani

  2. Sarà pure l’ora di merenda, ma questo post mi ha messo una fame!!!
    Abbiamo letto il tuo messaggio sul nostro blog
    giraci la tua mail che ti mandiamo l’indirizzo dove spedirci il vasetto di pere…
    gnam gnam
    non vediamo l’ora

  3. Che bellezza, quel pomodoro intagliato trasmette un gran senso di freschezza al piatto.
    Concordo pienamente sul discorso della pasta fatta in casa e della questione del poco tempo. Sarà che sono abituata a programmare, mi piace stabilire cosa mangerò e relativa lista della spesa, quindi se si vuole si fa ;)
    ciao, buon we

  4. Fantastici con le tagliatelle che ne esaltano ancora di piu’ il sapore. Vista l’ora una porzione la mangerei molto volentieri. Se ti fa piacere passa da me con piacere aggiungo un posto a tavola.
    Un bacio, a presto e felice settimana

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>